About

Mara Verzeletti

Parole in libertà

Chi sono

Sono una scribacchina.

Una senza pretese.

In una patria di santi, poeti e navigatori... io sono una scribacchina.

Non sono santa, il fumo degli altari mi infastidisce.

Non sono un poeta, inorridisco delle sdolcinature.

Non sono una navigatrice, mi perdo facilmente inseguendo un sogno.

Sono solo un'anima a cui piace scrivere quello che gli passa per la testa. Nulla più.

 

Non capisco perché certe volte mi vado ad infilare in situazioni che sono veramente sgradevoli ma che non ho voluto... E' come passare in piazza e restare coinvolto in un fiume di gente che manifesta rumorosamente per poi finire in questura e essere accusato di eversione e banda armata... ma io stavo andando solo al mercato...

Mha... non capisco la vita certe volte...

IO NON HO BISOGNO…

 

 

 

 

Io non ho bisogno di quote rosa;

Voglio essere scelta per le mie qualità non per il mio sesso.

 

Io non ho bisogno di parcheggi rosa,

Parcheggiare un’auto è questione di abilità non di sesso.

 

Io non ho bisogno di casse prioritarie,

Non sono malata grave sono solo incinta!

 

Io non ho bisogno di nuovi vocaboli.

L’omicidio non è una questione di sesso, e non diventa meno o più

grave in base al sesso del morto.

Aborrisco la parola femminicidio.

 

Io non ho bisogno di sentirmi il fiato sul collo di un uomo

per non sentirmi sola.

Questo non vuol dire che sono lesbica

o in menopausa. Vuole dire solo che sto bene da sola.

 

Io non ho bisogno di fare figli per sentirmi completa.

Sono un essere completo, prima di essere donna e non

mi sento meno donna se non ho figli.

Un uomo non si sente meno uomo perché non ha gravidanze,

Tanto meno io.

 

Io non ho bisogno di spot antiviolenza sulle donne.

Ho bisogno di sentirmi sicura almeno quanto un uomo, un bambino o un anziano.

 

Io non ho bisogno di mostrare a tutti il mio sedere

o le mie tette per essere apprezzata.

Le bistecche vengono valutate per la loro carne,

gli esseri umani per il loro cervello.

 

Io non ho bisogno di sentirmi chiamare cucciola o piccola.

Non sono né un cucciolo di animale

né una bambina.

Voglio solo tenerezze vere!

 

Io non ho bisogno di altari.

Anche senza altari o statue Maria sarebbe stata

una grande donna.

 

Io non ho bisogno di permessi per essere me stessa.

Nessuno deve chiedere il permesso

per compiere la sua missione nella vita,

Tanto meno una donna.

 

Io non ho bisogno che qualcuno mi apra una porta

o mi faccia sedere su di un tram.

Ho bisogno di attenzioni vere non di falsa cortesia.

 

Io non ho bisogno dell’8 marzo

Per sentirmi GRANDE E UNICA.

Non ho bisogno di mimose per sentirmi apprezzata.

Non ho bisogno di spogliarelli per evadere dagli schemi.

Ho bisogno di sentirmi donna tutti i giorni,

E di vivere il mio essere senza

privilegi né restrizioni.

 

Donna, madre, moglie, amante, puttana, operaia, impiegata, dirigente,

Cantante, attrice, scenografa, sarta, parrucchiera, portinaia,

Cameriera, maestra...

 

Qualunque donna tu scelga di essere

non è la tua biologia che ti rende donna,

ma il tuo pensareIl tuo agire,

Il tuo essere unica.Ricordiamoci che le prime nemiche delle donne sono le donne stesse.

Facciamo attenzione.No ai privilegi mascherati da emancipazion

Si alle nostre conquiste personali e social

Quando non sai cosa dire, taci. Troverai più amici nel silenzio che nel rumore di parole vuote.